DETRAZIONI FISCALI PER SOSTITUIRE L'ILLUMINAZIONE TRADIZIONALE CON QUELLA A LED

23-05-2013

La detrazione del 50% e quella del 55% su ristrutturazioni e risparmio energetico verranno prorogate, almeno fino a fine anno. Praticamente sicura la stabilizzazione riguardante gli interventi di efficientamento energetico, dopo l’approvazione avvenuta nei giorni scorsi da parte della Commissione Ambiente della Camera della risoluzione sul credito di imposta del 55%. La risoluzione impegna il Governo Letta a stabilizzare lo sgravio Irpef del 55%, come richieste dalle associazioni di categoria a partire dall’Ance.

Nei giorni scorsi il Ministro dello Sviluppo economico Flavio Zanonato aveva espresso il proprio parere favorevole circa la stabilizzazione della detrazione, seguito a ruota dal Ministro delle Infrastrutture Maurizio Lupi. Attualmente l’agevolazione fiscale scade il 30 giugno 2013: a questo punto l’intervento legislativo da parte dell’Esecutivo dovrebbe arrivare prima di tale data, in modo da non creare pericolose situazioni di incertezza in settori duramente colpiti dalla crisi come l’edilizia e le fonti rinnovabili.

Dalla Commissione Ambiente della Camera è arrivato il commento di Ermete Realacci del Pd: “Il sistema di agevolazione fiscale del 55% – ha sottolineato Realacci – si è dimostrata una misura di grande importanza: ha attivato oltre 1.400.000 interventi, per circa 18 miliardi di euro di investimenti, e la creazione di oltre 50 mila posti di lavoro all'anno nei settori coinvolti, soprattutto nelle migliaia di piccole e medie imprese nell'edilizia e nell'indotto. Ha rappresentato, inoltre, lo strumento più efficace e virtuoso in tema di sostenibilità ambientale, di sostegno del mercato dell’edilizia di qualità e di risparmio di emissioni di anidride carbonica”.

A margine dei lavori della Commissione Realacci ha spiegato che la risoluzione chiede al Governo di “estendere le misure di efficientamento energetico anche al patrimonio edilizio pubblico. Ad esempio con un allentamento del Patto di Stabilità interno per gli Enti Locali che hanno risorse da investire nella messa in sicurezza antisismica degli edifici pubblici, a partire dalle scuole e degli ospedali. La risoluzione impegna infine il Governo ad assumere iniziative analoghe anche per consentire agli Enti Locali che abbiano risorse a disposizione di realizzare interventi di manutenzione e messa in sicurezza del territorio”.

Intanto si apre uno spiraglio anche per la detrazione del 50% sugli interventi di ristrutturazione e riqualificazione degli edifici. Come previsto dall’ultimo Decreto sviluppo, lo sgravio tornerà al 36% dopo il 30 giugno 2013, ma una risoluzione presentata nei giorni scorsi in Commissione Finanze della Camera da Giulio Cesare Sottanelli (Scelta civica) propone al Governo di prorogare per un anno (dunque fino al 30 giugno 2014) il 50%, confermando anche il tetto massimo di spesa di 96 mila euro – per come è impostata ora la legge, dopo il 30 giugno anche il tetto massimo di spesa scenderà a 48 mila euro. La detrazione dovrebbe comprendere gli interventi di ristrutturazione ma anche quelli di miglioramento anti-sismico degli edifici e di consolidamento statico. L’iniziativa della Commissione ha già ricevuto il beneplacito del Ministro Luppi: ora la palla passa al Governo, che nelle prossime settimane dovrà confermare l’esistenza di due forme di agevolazione vitali per il settore costruzioni e affini.


Merola Elettroforniture di Merola Valentina e C. Sas

Sede principale
Combattenti Alleati d'Europa
45100 Rovigo
Telefono: +39 0425 475166
Fax: +39 0425 475181
E-mail: info@elettromerola.it
N. Reg. imprese/P.iva: 01310260292
Elettromerola Point
via dell’Ippodromo, 12
45100 Rovigo
Telefono: +39 0425 31759
E-mail: merolapoint@elettromerola.it

Filiale di Copparo
via G. Verdi, 8
44034 Copparo (FE)
Tel e fax +39 0532 860162
Orari di apertura
dal Lunedì al Venerdì
dalle 08:30 alle 12:30
dalle 15:00 alle 19:00
Sabato dalle 09:00 alle 12:30