GUIDA COMPLETA A LTE

30-06-2017

Che cos’è LTE
Long Term Evolution (LTE) è la quarta e più recente generazione tecnologica per la trasmissione dei dati sulle reti cellulari, in questo senso può quindi essere definita come una delle varietà possibili del 4G (sigla che sta per quarta generazione). Al momento è ritenuta la più rilevante e la più affidabile, motivo per il quale i principali operatori e produttori di telefoni cellulari la stanno adottando: soprattutto negli Stati Uniti, in Giappone e in diversi paesi europei, Italia compresa (a scapito di un’altra tecnologia di cui si è parlato in questi anni, il WIMAX). Inizialmente, è bene ricordarlo, LTE non era considerata una soluzione 4G vera e propria, ma più una sorta di tecnologia di transizione in attesa di nuovi standard. Poi le cose sono andate diversamente, anche a causa di forti pressioni sulle organizzazioni che si occupano di definire gli standard per le telecomunicazioni, e LTE è diventata la soluzione più rilevante del 4G.

 

Velocità
Rispetto all’attuale 3G/HSPA, LTE è molto più veloce, fino a 5 volte di più. Con il classico 3G UMTS, il sistema più diffuso, si arrivano a scaricare circa 380 kbit al secondo, con le versioni più recenti di HSPA si arriva a 5,7 Mbit al secondo: mentre con il 4G/LTE la velocità massima di download è di 100 Mbit al secondo. Sulla velocità effettiva, come sempre, incide però la capacità della rete offerta dai singoli operatori e il suo livello di utilizzo.

A chi serve
LTE è pensato principalmente per chi utilizza dispositivi mobili come smartphone, tablet e computer portatili, e ha bisogno di una connessione veloce per navigare, scaricare app e altri contenuti. In molti casi LTE ha una velocità comparabile a quelle della connessione ADSL di casa, con il vantaggio di potervi accedere in mobilità.

Vantaggi
Su una rete LTE la navigazione è più rapida e immediata, senza interruzioni. Il sistema consente di vedere video in streaming anche in alta definizione senza tempi di attesa, così come di scaricare file di grandi dimensioni senza dovere aspettare decine di minuti perché l’operazione sia completata. Un altro vantaggio è la possibilità di caricare file come foto, video e altri contenuti “pesanti” molto rapidamente grazie a LTE, cosa che torna utile per aggiornare i propri profili sui social network o per sincronizzare i file tra diversi dispositivi tramite i sistemi cloud (i file una volta caricati restano disponibili in rete, su un computer remoto, e scaricati quando necessario sui propri dispositivi).

Telefonate
La tecnologia LTE ospita traffico dati su rete con un sistema diverso da quello del 3G. Quindi almeno in una fase iniziale, molti operatori hanno scelto di gestire le classiche telefonate con un sistema ibrido tra LTE e vecchi sistemi (“CS Fall Back”). In pratica, quando si fa o si riceve una telefonata il proprio smartphone viene portato da rete LTE a 2G o 3G, finita la chiamata il sistema riporta in automatico il telefono su LTE. In futuro le chiamate saranno gestite direttamente su LTE, tramite traffico dati (un po’ come avviene quando si fa una chiamata con Skype).

Antenne
La disponibilità di LTE sul territorio nazionale italiano non è stata immediata e non sarà completa per un semplice motivo: per potere distribuire la nuova rete è necessaria l’installazione di nuove antenne. Gli operatori si stanno dando da fare per costruirne di nuove e, dove possibile, per inserirle nei ripetitori già esistenti senza ulteriori impatti ambientali.

Frequenze
In Italia il governo ha terminato nel settembre del 2011 la gara per l’assegnazione delle frequenze per LTE a 800, 1800 e 2600 MHz. L’operazione ha fatto incassare allo Stato alcuni miliardi di euro: Telecom Italia, da sola, ne ha investiti oltre 1,2 per acquisire le frequenze. A partire da inizio anno sono state messe a disposizione le frequenze a 800 MHz, le altre si aggiungeranno per consentire una maggiore e migliore copertura del territorio nazionale. Nei mesi scorsi ci sono state polemiche sulla possibilità che il nuovo sistema possa interferire con le frequenze del digitale terrestre, ma dai test fino a ora condotti il problema sembra essere molto limitato e risolvibile con alcuni particolari filtri, da utilizzare sugli impianti televisivi interessati (è previsto un fondo cui partecipano gli operatori per gestire l’intervento).

Frequenze diverse

A causa dell’evoluzione, alquanto caotica, dei sistemi di telecomunicazione su rete cellulare in giro per il mondo, non ci sono frequenze standard per la trasmissione dati su LTE. Ogni paese ha adottato proprie regole e questo complica la vita soprattutto a chi fa i dispositivi, che deve cercare di inserire sistemi LTE compatibili con quante più frequenze possibili. Ciò significa che non è detto che uno smartphone che riceve su LTE in un dato paese possa funzionare anche in un altro. 


Merola Elettroforniture di Merola Valentina e C. Sas

Sede principale
Combattenti Alleati d'Europa
45100 Rovigo
Telefono: +39 0425 475166
Fax: +39 0425 475181
E-mail: info@elettromerola.it
N. Reg. imprese/P.iva: 01310260292
Elettromerola Point
via dell’Ippodromo, 12
45100 Rovigo
Telefono: +39 0425 31759
E-mail: merolapoint@elettromerola.it

Filiale di Copparo
via G. Verdi, 8
44034 Copparo (FE)
Tel e fax +39 0532 860162
Orari di apertura
dal Lunedì al Venerdì
dalle 08:30 alle 12:30
dalle 15:00 alle 19:00
Sabato dalle 09:00 alle 12:30